Dominare le emozioni senza reprimerle

Navigare le nostre emozioni, e non farsi trasportare da esse cioè: INTEGRARLE

Le emozioni hanno sono automatiche e hanno una funzione protettiva e compensativa. Sono un sistema dall’allarme che opera per difenderci. Questo allarme produce un elevato numero di cambiamenti biochimici nel nostro corpo, attraverso il nostro sistema nervoso, che possono mobilitare una risposta adeguata alle eventuali minacce. Le nostre esperienze precedenti, quello che abbiamo imparato, possono condizionare le nostre risposte emotive, che potrebbero diventare in alcuni casi disfunzionali; come un allarme antincendio che non viene staccato nonostante il principio di incendio sia stato spento. Alle volte siamo dominati dalle emozioni, “sono più forti di noi”, ciò ci impedisce di essere liberi nelle nostre scelte, perdendo molta della nostra lucidità. Questo sistema permette di integrare le nostre emozioni, rimuovere l’allarme, modificare la nostra risposta biologica, ritrovare immediato sollievo fisico e lucidità, indispensabile per agire la scelta migliore di cui disponiamo.

Integrare ed accogliere

Ripensate a un emozione che vi ha recato forte fastidio,(una separazione, una delusione, un conflitto) persistente per giorni e giorni. Istintivamente abbiamo cercato di scacciarla, o cercando di cambiarla con la mente. Maggiore è stata la resistenza all’emozione maggiore è stata la persistenza della stessa. Un’altra difesa possibile dalle emozioni che ci disturbano “è la negazione (cerco di convincermi che non me ne importa nulla; ma è falso l’emozione persiste). Sono tutti modi per allontanare, per meglio dire: “separare”, “escludere”. Purtroppo o per fortuna il nostro sistema psichico è progettato per risolvere le nostre emozioni e non eliminarle. Occorre perciò includere e trascendere, possiamo dire più semplicemente integrare:

1)l’emozione viene riconosciuta come nostra;

2)accogliamo la parte vera di noi che c’è in quella emozione senza giudizio*, ne riconosciamo la funzione. In sostanza il perchè: se ci vuole proteggere, allontanare da una situazione, o far star meglio;

3)possiamo ora guardare con occhi nuovi e decidere cosa lasciare andare, ciò che non ci appartiene più;

4)il sistema rielabora le informazioni con nuovi significati e nascono nuove connessioni interne;